Le amiche a cui piace ricamare a macchina e che mi sostengono: GRAZIE!

sabato 11 settembre 2010

LA PUNCHATURA O DIGITALIZZAZIONE: lezione 2

Come promesso ecco la 2° lezione. Spiegherò in base alle foto già fatte e perciò non vedrete nuove immagini di ricami, ma per ora solo quel cerchio ricamato in parte. Questo per rendere le cose più semplici...

DIREZIONE DEL PUNTO
La direzione del punto, bene o male, la conosciamo tutte. Ma perchè è è importante? perchè di solito, è una delle maggiori fonti delle nostre arrabbiature. Non vi è mai capitato di acquistare un ricamo, guardarlo a video sul nostro programma di ricamo e compiacerci quanto è bello pregustando il lavoro finito, eseguirlo ed avere delle brutte sorprese tipo settori a punto pieno (magari di colori diversi) che dovrebbero sormontarsi per circa mezzo millimetro e invece si intarvede il tessuto sotto?
Rabbia, rabbia, rabbia!
Tante volte non è solo il tempo sprecato e un lavoro che non viene bene, ma la delusione di un piccolo fallimento.
Ecco!: questo il più delle volte dipende dalla compensazione che dipende a sua volta, dalla direzione del punto.
Ma conoscere la direzione del punto ci aiuta a capire dove far iniziare il lavoro e finire , e come poi comporre i vari settori per aver minor spreco di filo, usura macchina e tempo.
Cominciamo con il dare una definizione di direzione del punto: è la sequenzialità che si dà ai punti per coprire un'area.
Guardate la foto qui sotto :















nei programmi di punchara, generalmente, è contrassegnata con una riga che attraversa il settore e due pallini alle estremità













Muovendo quelle due palline sul perimetro del settore, si cambierà la direzione del punto.
Nel punto cordoncino, la direzione del punto è una cosa fondamentale, ed è posizionato perpendicolarmente alla direzione del cordoncino stesso
Facciamo l'esempio con un quadrato che deve essere bordato a punto cordoncino:









Il comando direzione punto n.1 indica che fino a quel punto il cordoncino sarà perfettamente orrizontale, il n.2 indica che tra 1 e 2 il programma dovrà distribuire i punti in maniera di trovarsi al punto 2 a 45° e tra il 2 e il 3 sarà al contrario, portandosi dopo il 3 in maniera verticale.
Si deve dare un po' di spazio tra l'1 e il 2 e tra il 2 e il3 perchè altrimenti il programma darà una marea di battute nello stesso punto (angolo interno) rompendo il filo in fase di ricamo, con la probabilità di fare grovigli e di rompere anche il tessuto.
Queste norme spesso non vengono seguite nei ricami che vengono messi in vendita: il più delle volte sono dei vettoriali che vengono trasformati in ricamo senza un controllo e una correzione dei punti sbagliati che può generare il computer. Metodo facile e veloce che però voi potete "sgamare" osservando bene la simulazione del ricamo o la foto dello stesso, prima di comprarlo. Non fatevi attirare solo dal design!

ENTRATA ED USCITA
L'entrata (inizio di un ricamo/settore) e l'uscita (fine di quel ricamo/settore) non devono essere messe a caso. Anche qui una domanda: quante volte avete ricamato un settore pieno e a metà dell'opera la vostra ricamatrice se n'è andata dalla parte opposta, riprendendo a ricamare e finendo verso il centro o altro punto impensato, rendendolo brutto con una "riga" strana che non riprendeva o sfalsava il motivo di riempimento?
Un'entrata o un'uscita errata può produrre questo difetto!
Per quanto è possibile bisogna dare come entrata e come uscita due punti opposti e perpendicolari alla direzione del punto, in zone più lontane possibili.
Oddio, non mi capisco nemmeno io.... : (
guardate l'immagine che capirete:
L'entrata del ricamo e l'uscita sono opposte l'una all'altra; sono perpendicolari alla direzione del punto e sono state poste nei due estremi del cerchio.
In questa maniera la macchina da ricamo non spezzerà il lavoro di riempimento, che sarà omogeneo.
Anche per oggi ho finito, la prossima volta parlerò della famosa compensazione.
Un strabacio

11 commenti:

  1. Grazie Alice del tuoi favolosi post.... Questo sapevo ma cosi dettagliato mi fa piacere di avere e di sapere.....Conosci cosi bene digitalizzare, che vorrei essere vicino a te per potere imparare sempre di più.. Io sono insaziabile,tutti giorno che vado avanti trovo sempre più difficoltà... Non si impara mai abbastanza... Grazie di cuore sei un tesoro...
    Abbraccio
    Deni

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio Deni. Anch'io ti vorrei più vicino, sei una persona fantastica e piena di fantasia.
    Chissà che magari un giorno non ci incontriamo...
    Strabaci

    RispondiElimina
  3. eeeee..... no! no! no! (.....chissà perchè questi tre no di seguito mi ricordano qualcosa.... ^_^)
    era da qualche giorno che non entravo nel tuo blog e ora mi ritrovo la veste grafica modificata.... ^_^ bella.... molto bella!!! le tre colonne sono molto utili!!
    e poi GRAZIE mille per il tuo nuovo tutorial, interessantissimo, si sono tantissime cose a cui bisogna prestare attenzione per una buona riuscita del ricamo!!!!
    grazie grazie grazie grazie.... aspetto con ansia la terza parte relativa alla compensazione....
    ciaooooooooooo

    RispondiElimina
  4. Alice magari, nelle mie zone non chi sono donne che praticano mio stesso hobby.. Sick...
    Abbraccio
    Deni

    RispondiElimina
  5. Cara Deni, non è detto che prima o poi magari di passaggio, io non riesca a venire a trovarti... me lo offriresti un caffè?
    Strabaciotti

    RispondiElimina
  6. grazie della visita... e del tutorial, anche se non ce la farò proprio a cimentarmi anche con il ricamo ;)

    RispondiElimina
  7. Grazie della tua visita Anna. Non ti preoccupare del ricamo, questa è solo una parte di questo blog...
    Come te, mi piace creare e metto a disposizione le mie esperienze.
    Vienimi a trovare, ogni tanto.
    Strabaciotti

    RispondiElimina
  8. Grazie Alice del tuo secondo tutorial, aspetto con trepidazione la compensazione che per me è un osso moooolto duro!
    Ricambio gli strabaci!
    Flavia

    RispondiElimina
  9. Sarà presto fatto Flavia.
    Per tutte: se avete bisogno di consigli "urgenti" potete sempre contattarmi per mail.
    Strabaciotti

    RispondiElimina
  10. Salve a tutti....
    avrei una cosa da kiedere,
    nn so se mi potete aiutare, ma con la speranza.... ci provo.
    Ho una immagine .jpg vorrei renderla
    "RICAMABILE"..... come posso risolvere
    il mio problema?

    Ringrazio anticipatamente
    Ivan

    RispondiElimina
  11. Ciao Ivan, il tuo problema puoi risolverlo, ma ho poche informazioni per poterlo fare. Se vuoi mi puoi scrivere in privato a sa.fil@teletu.it
    Ciaooooooooooooo

    RispondiElimina

Scrivetemi...