Le amiche a cui piace ricamare a macchina e che mi sostengono: GRAZIE!

venerdì 30 aprile 2010

Patch o scudetti: che passione!

Le patch o scudetti (anche dette patacche perchè tante volte salvano gli indumenti da buchi e/o macchie) sono molto usate e quindi molto richieste. Per eseguirle correttamente ci sono vari metodi, ma uno dei più usati è quello che vi spiegherò di seguito. Questo metodo consente di fare delle patch sia con ricamo pieno che con i vari cosiddetti fondi (raso turco, feltro o tessuto a piacimento), per poi poter essere cucite, termoincollate o eseguite con il velcro nel retro.
Il primo passaggio, come al solito è la punchatura/digitalizzazione. Per le patch il ricamo ha bisogno di un bordo di contenimento fatto a cordoncino fitto e largo dai 3 ai 5 mm., meglio ancora se fatto con il comando di "applicazione" che fà 2 passaggi di cucitura e poi quello di cordoncino in automatico. Serve per evitare lo sfilacciamento della patch, per rifinitura e per contenimento di una eventuale cucitura sul capo.
Il secondo passaggio è l'intelaiatura, che và fatta con uno stabilizzatore/flisellina apposita, soprattutto se poi andiamo a termoincollare la patch. Questo tipo di stabilizzatore non è a strappo ed è studiato per tenere tesa la tela nel caso di un ricamo dove rimane il fondo a vista tipo le patch ad etichetta con i nomi.
Nella foto sotto vedete lo stabilizzatore per patch e il raso turco che vengono intelaiati insieme. Per tenere momentaneamente fermi i due strati basta una spruzzata di colla temporanea. Alle volte lo stabilizzatore per scudetti ha una parte lucida ed una opaca: quella lucida deve andare a contatto con il fondo mentre quella opaca deve restare come rovescio del ricamo.






Eseguito il ricamo, togliete dal telaio tutto e cominciate a tagliare le patch a filo del bordino di contenimento, fate attenzione a non tagliare il filo del ricamo.






Se il ricamo lo avete fatto con filo in poliestere e il fondo è sintetico, potete ricorrere all'accendino. NON fatelo con il rayon, viscosa e cotone, PIGLIEREBBERO FUOCO!
Si passa la fiamma dell'accendino a 3/5 cm. velocemente e vedrete i bordini sfilacciati rientrare nel cordoncino. Si può usare lo stesso metodo anche per far rientrare le asole che si formano quando il filo del ricamo non scorre bene., ma fate delle prove prima di usarlo perchè ci vuole un po' di esperienza.



Ed ecco la patch finita e a prova di bimbi scatenati.



Adesso potete pre-termoincollarla, cucirla o attaccarci il velcro dietro.

Alla prossima!

5 commenti:

  1. Ciao Aliceeee, bellissimo questo post.... anche questa una cosa da fare / provare....
    quante cose ci insegni....
    scusami se sono mancata un po ma veramente non ho tempo per nulla.... oggi ho appena terminato due cose di lavoro e già devo uscire per altre incombenze... uff... passerà anche questo periodo frenetico!!!
    volevo inoltre dirti che ho guardato il tuo e-shop.... sono felicissima per te!!! sono sicura che partirà alla grande!!!
    corro a mettere il post anche nel mio blog e poi ci sentiremo con più calma nei prossimi giorni!!!
    bacioni e buon primo maggio.... per oggi fai festa... almeno oggi.... mi raccomando, riposati!!! ciaoooooooo

    RispondiElimina
  2. grazie, grazie, grazie!
    Paola, grazie....
    ma ci sarà un momento di pace in cui possiamo sentirci?
    mah!
    Oggi niente festa, si lavora e anche domani.
    Baciotti

    RispondiElimina
  3. ciao Alice,vedere i tuoi tutorial mi fa venire la voglia di ricamare a macchina,le tue spiegazioni sono molto chiare.è gia un po di tempo che penso all' acquisto di una macchina che ricami.ciaoe buona giornata

    RispondiElimina
  4. Lory se pensi all'acquisto da una macchina da ricamo, ti dò un piccolo aiuto: perdi parecchio tempo a vederne di diverse marche, e guarda anche la grandezza dei telai che ti offrono con l'acquisto. Conosco parecchie persone che si sono pentite dei telai troppo piccoli. Una misura che può essere interessante è cm.10/12x20/25. Un'altra cosa è l'assistenza post-vendita... quasi tutti ne siamo restati delusi. Poche spiegazioni e poca esperienza di quello che si vende. Comunque se hai bisogno di aiuto contattami tramite mail.
    Grazie per i complimenti

    RispondiElimina
  5. Ciao Alice, grazie per questo post molto interessante soprattutto per chi ha buchi da coprire spesso.Da provare sicuramente!

    RispondiElimina

Scrivetemi...